Developed in conjunction with Ext-Joom.com

 

Lindwurmstr. 143 - 80337 München
Tel. 089.2137.4200 
 italienische-gemeinde.muenchen@eomuc.de
U3-U6 - Poccistrasse

“Le migrazioni allargano il concetto di patria oltre i confini materiali e politici,
   facendo patria dell’uomo il mondo”. Beato G.B. Scalabrini

La Comunità Cattolica Italiana a Monaco è una comunità di comunità sparse nei vari quartieri della città e dintorni.

Essa è simile alle parrocchie locali, pur non usufruendo di chiese proprie.  Svolge i compiti fondamentali di ogni comunità di fede:
- l’annuncio, che si esprime nella catechesi, nella predicazione, nella formazione religiosa delle persone e della comunità;
- la liturgia, nella quale la comunità cristiana celebra la sua fede, nelle celebrazioni eucaristiche e nei sacramenti. In questo sono valorizzate le espressioni religiose popolari di fede (pietà popolare);
- la diaconia, cioè l’attenzione particolare ai più poveri, nell’aiuto verso gli ammalati, gli anziani, i migranti appena arrivati e quelli più emarginati come anche la promozione umana, sociale e naturale della realtà che ci circonda.

La comunità è strutturata come le parrocchie con un direttore-parroco nominato dal Vescovo, coadiuvato da altri Sacerdoti, dalle Suore, dagli Operatori pastorali e da un Consiglio pastorale eletto.

Svolge le sue attività nella sede centrale a Monaco, Lindwurmstr. 143, e nelle strutture delle parrocchie locali, in modo particolare a:

  • Monaco centro, nella chiesa della Bürgersaal
  • Monaco centro, nella chiesa di St. Andreas
  • Monaco-Berg am Laim, nella chiesa di St. Michael
  • Monaco-Pasing, nella chiesa di St. Hildegard
  • Karlsfeld, nella chiesa di St. Anna
  • Landshut, nella Frauenkapelle (Martinsfriedhof)

 

La comunità Cattolica Italiana è una struttura pastorale della Diocesi di Monaco affidata ai Missionari Scalabriniani dall’anno 1963.

La Chiesa Cattolica, per accompagnare il cammino di fede e la pratica religiosa dei cristiani di origine straniera, ha creato nelle varie chiese locali sparse nel mondo delle parrocchie personali o delle missioni cattoliche linguistiche. Le più diffuse in Europa dall’inizio del secolo XX sono state le missioni cattoliche Italiane, Spagnole, Portoghesi, Croate e Filippine. Esse sono ora denominate Comunità di altra madre lingua per sottolineare la comunione con la Diocesi e dei membri fra loro.